Lifting non chirurgico

Rimodellamento del Corpo

Medicina Estetica

Rimodellamento del Corpo

Gli inestetismi cutanei rappresentano un problema estetico che colpisce più dell’80% dei soggetti di sesso femminile, prevalentemente a causa delle variazioni ormonali del ciclo mensile e dei farmaci contraccettivi che molte donne assumono; sia in età avanzata che durante l’adolescenza, queste imperfezioni sono oggetto della preoccupazione quotidiana delle donne, che sono sempre alla ricerca di nuovi rimedi per contrastare gli inestetismi e per prevenirli. Le parti del corpo più colpite sono generalmente rappresentate da cosce e glutei, ma anche la pancia e le braccia possono essere interessate. Quali sono i difetti cutanei più comuni? Il primo posto va alla cellulite, che consiste nell’infiammazione del connettivo sottocutaneo, causata dalle abitudini scorrette (dieta, sedentarietà, alcol); la buccia d’arancia non è altro che una forma di cellulite più grave, che può essere complicata dalla ritenzione idrica (ovvero dal ristagno di liquidi nel tessuto interstiziale). Per quanto riguarda i glutei, molto frequente (anche nelle più magre) è la cosiddetta culotte de Cheval, che si forma a causa della scorretta posizione dei piedi, ad esempio se si usano spesso i tacchi alti; consiste in un accumulo adiposo nella parte esterna della coscia che provoca tensione nella coscia stessa, accumulo di liquidi non drenati e quindi la sporgenza, rendendo la figura sproporzionata. La culotte de Cheval è molto difficile da eliminare, ma con i giusti trattamenti è possibile ridurla fino a farla scomparire.

I trattamenti

Esistono numerose opzioni per rimediare agli inestetismi cutenei; si tratta di interventi estetici completamente personalizzati, proposti dal chirurgo plastico in relazione alle caratteristiche personali e ai risultati che si desiderano ottenere. Grazie a nuove e sicure tecnologie applicate alla medicina estetica, è possibile trattare con successo cellulite, pelle a buccia d’arancia, ritenzione idrica e altri difetti cutanei in modo efficace, non invasivo e senza disagio per il paziente. Esistono anche creme e lozioni per contrastare la cellulite e la ritenzione idrica, ma agendo solo a livello superficiale, queste soluzioni sono poco efficaci e solo temporanee; per questo motivo vengono sempre abbinate ai trattamenti elettro-termici e altre metodiche che consentono di penetrare lo strato epidermico ed agire in profondità, direttamente sulle cause degli inestetismi, invece che solo sul sintomo estetico.

I trattamenti strumentali disponibili in medicina estetica sono numerosi e possono essere combinati tra loro per ottenere il massimo beneficio nel minore numero possibile di sedute.

Ultrasuoni

Gli ultrasuoni applicati alla cellulite e alle adiposità localizzate rappresentano una novità importante per la medicina estetica, perché permettono di distruggere il tessuto adiposo senza toccare in alcun modo i tessuti adiacenti e, quindi, senza danneggiare l’organismo. Gli ultrasuoni sono prodotti da uno speciale apparecchio che viene appoggiato sulla cute della zona da trattare; con l’aiuto di un gel lubrificante, il generatore di ultrasuoni ripassa le zone dove sono presenti gli inestetismi e gli accumuli di adipe. Gli ultrasuoni hanno la funzione di creare nei tessuti delle microscopiche bolle di gas (effetto chiamato cavitazione), le quali tramite il loro movimento e la successiva esplosione, comprimono gli adipociti causandone la lisi. Il grasso liberato viene quindi eliminato tramite la circolazione, senza toccare i tessuti circostanti.

L’azienda italiana Alma Lasers ha recentemente brevettato un dispositivo ad ultrasuoni freddi, chiamato Cold Share Wave, che non riscalda l’acqua contenuta nei tessuti; questa tipologia di trattamento può essere anche abbinata agli ultrasuoni caldi. Il macchinario si chiama Accent Prime

Infrarossi

La sorgente di raggi infrarossi è un particolare strumento che emette onde elettromagnetiche sotto forma di una potente luce nella banda dell’infrarosso, sviluppando una quantità di calore sufficiente a sciogliere i depositi di grasso sottocutanei e stimolando la produzione di nuovo collagene, che tonifica la pelle. Il trattamento con infrarossi è molto efficace e sicuro specialmente per contrastare la cellulite a buccia d’arancia; non comporta dolore e disagio e i risultati si vedono già dopo poche sedute.

Radiofrequenza

La radiofrequenza è un trattamento il cui scopo è aumentare la temperatura dell’acqua contenuta nei tessuti; il calore rilasciato causa la contrazione delle fibre elastiche e del collagene, dando un efficace effetto tonificante. Anche per quanto riguarda questo tipo di trattamento, la ditta Alma Lasers propone un apparecchio che funziona a 40,6 megaHertz, ovvero una frequenza di molto superiore a quella cui funzionano altri apparecchi presenti sul mercato, che arrivano a circa 7 megaHertz. La radiofrequenza è particolarmente indicata per la cellulite, in quanto l’aumento dielettrico della temperatura provocato dalle onde elettromagnetiche causa il movimento dei liquidi ristagnanti e aumenta la produzione di collagene da parte dei fibroblasti.
La radiofrequenza più efficace è quella Accent Prime, un’innovazione nel campo dei trattamenti estetici elettro-termici, in quanto è estremamente efficace, non dolorosa e senza effetti collaterali. Per cosa si può utilizzare Accent Prime? E’ indicata nel trattamento di inestetismi come la cellulite, gli accumuli localizzati di adipe, le cicatrici lasciate dall’acne o dalla liposuzione e per il rilassamento cutaneo del viso dovuto all’insufficiente produzione di collagene ed acido ialuronico.

Come funziona la radiofrequenza Accent Prime?

Come già accennato, lo scopo della radiofrequenza è aumentare il calore degli strati sottocutanei, arrivando fino al derma; Accent Prime è in grado di riscaldare i tessuti in maniera controllata, inviando l’energia e il calore fino a 2 centimetri sotto l’epidermide, un risultato inedito in questo trattamento. La superficie cutanea, che è la più esposta all’energia termica, viene protetta tramite un raffreddamento con aria fresca, in modo da evitare che il calore eccessivo la scotti. Il riscaldamento operato dalle frequenze elettromagnetiche causa un rapido movimento delle molecole di acqua che sono contenute nelle cellule e nei tessuti; la veloce rotazione delle particelle causa una rapidissima variazione della carica da positiva a negativa e viceversa, sviluppando un campo magnetico la cui intensità varia a seconda della potenza che l’operatore controlla dallo strumento. Il movimento come è noto genera calore, quindi la rotazione velocissima delle molecole d’acqua aumenta la temperatura dei tessuti. Modificando i parametri dallo strumento, come forma dell’elettrodo, potenza, trasmissione e raffreddamento, l’operatore controlla la profondità cutanea alla quale sviluppare calore.
Un altro vantaggio della radiofrequenza Accent Prime è la possibilità di selezionare con precisione le aree di interesse, sottoponendo al trattamento solo i tessuti che ne hanno necessità e non coinvolgendo le altre aree.

Il trattamento vero e proprio si effettua nello studio di medicina estetica, con il paziente comodamente disteso sul lettino, in stato di calma e rilassamento. Lo strumento che produce le onde elettromagnetiche viene passato per alcune volte sulle zone da trattare, mentre l’epidermide viene protetta dal calore attraverso il soffio di aria fredda. Ogni seduta dura circa mezz’ora e si può continuare fino a che non si raggiunga il risultato desiderato, concordato dal paziente con il medico estetico, in base alle esigenze del paziente e alle sue aspettative. Rispetto ad altri trattamenti considerati come equivalenti, la radiofrequenza Accent Prime presenta indubbi vantaggi: migliora la circolazione ematica delle zone trattate, promuovendo il drenaggio dei liquidi extracellulari e quindi la rimozione delle scorie e dei detriti del metabolismo cellulare; tramite l’azione drenante del sistema linfatico, vengono riassorbiti ed escreti gli edemi e i gonfiori locali; la cute si presenta più idratata, tonica ed elastica, meno stressata e più giovane; i depositi localizzati di adipe si riducono, grazie all’eliminazione degli adipociti. Inoltre, il trattamento con radiofrequenza è molto consigliato perché non invasivo, non doloroso, altamente efficace e sicuro per tutte le tipologie di pazienti. Il risultato ottenuto dopo qualche seduta è duraturo, naturalmente nell’ambito di una dieta ricca di acqua e fibre e povera di grassi. Nel caso i risultati non siano ancora pienamente soddisfacenti, c’è la possibilità di ripetere il trattamento dopo circa 6 mesi dal primo effettuato.

La radiofrequenza Accent Prime può essere utilizzata sull’addome, sui fianchi e sulla pancia, sulle braccia, sui polpacci, sui glutei e sulle cosce, senza alcuna controindicazione, sebbene in alcune aree i risultati siano migliori che in altre, a seconda del grado di ristagno linfatico e di adiposità. Oltre a ridurre l’edema e la cellulite, la radiofrequenza stimola la produzione di collagene, la principale proteina strutturale che conferisce alla cute idratazione, morbidezza ed elasticità; aumentando la tonicità degli strati sottocutanei, i contorni e le forme del corpo saranno più definite e modellate; anche le piccole rughe a zampa di gallina dovute all’età, le irregolarità della cute e le righe sottili possono trarre beneficio da questo trattamento.
La radiofrequenza Accent può essere eseguita su pazienti con qualsiasi fototipo, dal più chiaro al più scuro, anche sulle zone più delicate, come collo e décolleté.

Richiedi ulteriori informazioni o
Prenota una visita

Accetto la normativa sulla Privacy Policy.

Medicina Estetica Uomo

Chirurgia Estetica Uomo

Medicina Estetica Donna

Chirurgia Estetica Donna

2 dicembre 2016

Rimodellamento del Corpo

2 dicembre 2016

Depilazione Laser

27 marzo 2017

Ultherapy

2 dicembre 2016

Lifting non Chirurgico